Il colostro è un liquido secreto inizialmente dalla ghiandola mammaria di tutti i mammiferi prima che venga prodotto il vero latte dopo circa 24/48 ore dal parto. Si presenta molto denso, giallastro, ricco di proteine molto digeribili, sali minerali e vitamine. Il suo compito in natura è quello di fornire l’intera memoria del sistema immunitario attivandolo, di mantenere la vitalità dell’organismo fornendo il giusto nutrimento e di evitare l’accumulo di sostanze potenzialmente nocive che possano danneggiarlo.

Ripetute sperimentazioni hanno dimostrato che, grazie ai suoi buoni contenuti in Immunoglobiline (IgA, IgG ed IgM), molecole ad azione antimicrobica (Lisozima, Lattoperossidasi, Inibitori delle proteasi e lattofferrina che compete per la sua affinità al Fe con i microrganismi ferro-dipendenti sottraendolo) nonché sostanze ad azione immunostimolante (interferone e citochine) rappresentando un’importante strumento di trasferimento di Immunità Passiva.

La peculiarità del colostro caprino è quella di contenere altre sostanze particolarmente interessanti tra cui fattori di crescita (GH, IGF I e II) le IGF(insulin-like growth factor) ormoni peptidici dalle proprietà anaboliche; anche le poliamine e le molecole GLP1 e GLP2, per le quali molti studi hanno dimostrato la loro importanza nel sostenere un azione di stabilizzazione della barriera intestinale (a livello delle giunzioni strette), migliorare la capacità di riparazione del tessuto gastro-intestinale.
Infine il contenuto di amminoacidi essenziali (taurina)permette al colostro cdi esercitare una importante azione antiossidante in grado di contribuire alla prevenzione di ingiurie intestinali da parte dei radicai liberi.

Molti studi scientifici fatti:

  • nella regolazione delle risposta allergica e antifiammatoria
  • Nelle problematiche digestive di varia natura come gastriti, ulcera gastrica e duodenale, diarree funzionali, disbiosi intestinale, coliti, sindromi da malassorbimento
  • nella risposta pancreatica nell’insulino-resistenza
  • nel fornire energia per aumento delle prestazioni atletiche e nel coinvolgimento del miglioramento della massa magra a discapito della grassa.
  •  nei casi di sistema immunitario basso o con decifit
  • nel contrastare ritardi della crescita
  • nel coadiuvare gli stati di convalescenza e invecchiamento